RSE
A A
Login
login name
password
login
GSE
ITA english
 Media  /  Focus
stampa pdf print send email

e-MOTICON Per porre rimedio all’inquinamento atmosferico, un progetto di cooperazione tra le regioni alpine sulla e-mobility “senza confini”

e-MOTICON Per porre rimedio all’inquinamento atmosferico, un progetto di cooperazione tra le regioni alpine sulla e-mobility “senza confini”

La modellistica atmosferica sviluppata da RSE ha contribuito a mettere in luce il contributo del traffico veicolare all’inquinamento urbano nelle città dell’Italia settentrionale. Ora sempre RSE è impegnato in un’azione di sistema volta a supportare lo sviluppo della mobilità elettrica a livello strategico. In questo contesto coordina un importante progetto europeo dedicato alle pubbliche amministrazioni: obiettivi chiave sono lo sviluppo e l’interoperabilità di infrastrutture integrate per i veicoli elettrici.

Autunno. Come ogni anno in questo periodo, si ripropone il tema della qualità dell’aria nelle aree metropolitane, in particolare nelle regioni della Pianura Padana dove la debole circolazione dell’aria non consente una rapida rimozione delle sostanze inquinanti immesse in atmosfera.

È questa la stagione in cui si ripropone il procedimento di infrazione da parte della Comunità Europea, in quanto le principali città rilevano un superamento dei limiti degli inquinanti atmosferici, per un numero di giorni superiore al consentito. Si genera, quindi - oltre ai danni alla salute - un evidente danno economico per il nostro Paese.
È ormai noto che l’esposizione ad emissioni dirette di inquinanti è solo una parte del problema, in quanto questi gas interagiscono tra loro e danno vita a composti fortemente inquinanti. La complessità delle dinamiche è tale che non si assicurano risultati lineari al contenimento delle emissioni, proprio per questa azione di trasformazione chimica.

La modellistica atmosferica
RSE svolge da decenni studi sull’inquinamento atmosferico, affrontando il complesso problema da differenti punti di vista, per supportare i decisori politici ad agire su diversi fronti.

RSE presenta eccellenze, riconosciute a livello nazionale e internazionale, sulla modellistica atmosferica: un’azione che aiuta a identificare le sorgenti di inquinamento, puntuali e diffuse. E qui il ruolo della mobilità risulta, secondo molti studi, estremamente rilevante.

Sul fronte del supporto ai decisori politici, nazionali e regionali, la disponibilità del know-how di RSE risulta strategica proprio per definire elementi quantitativi, nell’ottica di soddisfare le linee di indirizzo sia in materia di decarbonizzazione, che per la salute dei cittadini e il rispetto degli impegni internazionali. In particolare proprio per il settore dei trasporti, che presenta ancora molti ritardi.

Tra i vari lavori condotti da RSE nel settore energetico si segnalano gli studi sulla mobilità sostenibile, atti ad identificare il valore intrinseco di soluzioni alternative e l’efficacia di azioni di intervento e di sviluppo da parte del decisore, siano queste indirizzate al trasporto pubblico o a modalità di trasporto privato meno impattanti sull’ambiente.

Il progetto europeo e-MOTICON

RSE non poteva dunque trascurare un’azione di sistema volta a supportare lo sviluppo della mobilità elettrica ad alto livello strategico. È questo l’ambito di e-MOTICON, un progetto di Spazio Alpino (un programma INTERREG tra le regioni delle Alpi) che mira a sostenere le pubbliche amministrazioni per assicurare uno sviluppo omogeneo della mobilità elettrica. L’obiettivo del progetto, coordinato da RSE, è proporre un’innovativa strategia transnazionale che consentirà una maggiore diffusione delle stazioni di ricarica elettriche e una più ampia interoperabilità delle stesse nello spazio alpino.

La scarsa azione di coordinamento tra le nazioni in materia di infrastrutturazione di sistemi di rifornimento/ricarica per combustibili alternativi ai fossili, è un freno notevole in aree caratterizzate dall’intersecarsi di vari confini sovranazionali. Il progetto e-MOTICON si propone proprio come opportunità di coordinamento tra le regioni di diversi stati nazionali.

Il progetto e-MOTICON, operando sulla capacità di progettazione della pubblica amministrazione, agendo sulle competenze amministrative integrate e le conoscenze tecniche necessarie per realizzare infrastrutture di ricarica elettrica interoperabili, e l’adozione di strumenti di pianificazione innovativi, sta attivamente contribuendo ad affermare l’utilizzo dell’e-mobility.